• Caldarola - un anno dopo

    Si è svolta sabato 28 ottobre la giornata dedicata al ricordo del sisma che ha colpito la città di Caldarola (MC) il 30 ottobre 2016: una giornata dedicata a celebrare tutti i volontari che hanno operato durante l'emergenza, dove non sono mancate testimonianze dei cittadini, dei volontari che hanno partecipato al campo. Durante le celebrazioni è stato presentato il libro "...Ma ci resta il cielo" della giornalista piacentina Antonella Lenti (Casa editrice Pontegobbo di Piacenza); all'incontro era presente anche l'assessore Paola Gazzolo, che ha ricevuto le chiavi della città. 

     https://www.facebook.com/media/set/?set=a.1982529302016587.1073741841.1521149311487924&type=1&l=d806efa524

    http://www.regione.emilia-romagna.it/notizie/attualita/sisma-in-centro-italia-lemilia-romagna-porta-a-caldarola-100-volontari-nel-primo-anniversario 

    Leggi tutto

  • PREVENZIONE E LOTTA ATTIVA AGLI INCENDI BOSCHIVI

    Anche il Coordinamento Provinciale di Reggio Emilia ha aderito al progetto "PUGLIA 2018", promosso dal Dipartimento Nazionale di Protezione Civile, Regione Emilia-Romagna e Regione Puglia, che si attua da diversi anni, per la lotta agli incendi boschivi.

     

    Rientrati dal “Campo Puglia Sud” di Campi Salentina (LE) i 7 volontari dell’Coordinamento Provinciale del Volontariato per la Protezione Civile di Reggio Emilia, che hanno operato in rappresentanza dell’Emilia-Romagna con la regione Puglia nella lotta contro gli incendi.

    Il contingente composto da un coordinatore, due capisquadra, addetti AIB (anti incendio boschivo) e due autisti appartenenti a diverse associazioni di volontariato di protezione civile del territorio Reggiano (Gruppo Comunale Brescellese, il Campanone, Val d'Enza radiocomunicazioni, Gruppo Volontari di Albinea, Gruppo Comunale Carpineti). 

    Durante i 7 giorni di attività, da giovedì 2 agosto a giovedì 9 agosto 2018, i Volontari, su turni stabiliti dai funzionari regionali di Protezione Civile della Puglia, hanno percorso itinerari prefissati, ispezionando luoghi e località a rischio incendi, lungo la costa e nell'entroterra salentino, effettuando vigilanza preventiva e spegnimenti di incendi. 

    Questa ed altre attività fanno parte della formazione dei volontari alla prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi messa in campo da regione E.R. e dai coordinamenti provinciali. 

    Come ogni estate 8 squadre di operatori AIB del Coordinamento Provinciale di Reggio Emilia sono impegnate, da luglio a settembre, in attività di prevenzione e vigilanza e di spegnimento e bonifica, in costante collaborazione con la Sala Operativa Unificata Provinciale (SOUP) di Bologna, con grande impegno per la salvaguardia del patrimonio boschivo, della popolazione e delle strutture presenti sul territorio provinciale.

     

     

     

     

     

     

     

    Leggi tutto

  • Emergenza Livorno - attivata anche la protezione civile reggiana

     

    Comunicato Stampa - EMERGENZA LIVORNO: attivati 11 volontari dalla provincia di Reggio Emilia

    Ieri sera l'Agenzia di protezione civile regionale ha richiesto l'attivazione dei volontari in aiuto alla città di Livorno, colpita fra sabato e domenica dal maltempo. 

    Stamattina sono partiti undici volontari specializzati in rischio idraulico provenienti da diverse realtà associative: un coordinatore, un operatore macchine movimentazione terra, nove volontari addetti alle emergenze idrauliche. Le squadre sono dotate di mezzi e attrezzature specialistiche, in particolare due mezzi fuoristrada e carrelli con motopompe e idropulitrici. 

    Contemporaneamente alle squadre reggiane sono partite anche squadre specializzate da Parma. 

    "E' anche grazie agli eventi come la Cena di Beneficenza di domani sera se possiamo essere tempestivi e preparati - dichiara il Presidente Bonini -. Ogni anno investiamo nella formazione e addestramento di volontari specializzati proprio per poter prestare soccorso alle popolazioni colpite da eventi calamitosi. Siamo vicini ai cittadini livornesi in questo momento difficile; auguro ai nostri volontari buon lavoro."

    Leggi tutto

  • “Due nuove Associate, due nuove realtà territoriali di valore”

     

    Il nostro Consiglio Direttivo ha accolto le domande di adesione di due nuove organizzazioni come associate del Coordinamento. Si tratta del Gruppo Comunale Volontari di Protezione Civile di Poviglio e dell’Associazione Radioamatori Italiani – Sezione di Scandiano.

    Gruppo Comunale Volontari di Protezione Civile di Poviglio
    Il Gruppo Comunale di Protezione Civile svolge, avvalendosi delle prestazioni personali volontarie e gratuite  dei propri aderenti, attività di previsione, prevenzione, soccorso e superamento dell’emergenza in vista e/o in occasione di eventi calamitosi sia nel territorio comunale di Poviglio che in ambito provinciale, a supporto della autorità competenti.

    A.R.I. – Sezione di Scandiano
    L'A.R.I. e' un Ente Morale che raggruppa oltre 15.000 Radioamatori Italiani. La Sezione di Scandiano è una delle 19 attive in  Emilia –Romagna. I Radioamatori sono Volontari autorizzati dal Ministero delle Telecomunicazioni, che rilascia loro un indicativo di riconoscimento (IK2XDE, IW2MVS, IQ2LZ, ecc) e che in caso di emergenza attivano sistemi di radiocomunicazione per garantire le comunicazioni fra le istituzioni preposte i funzionari che coordinano le operazioni sui luoghi di intervento.

    Diamo il benvenuto alle due nuove organizzazioni nel sistema di protezione civile. Un sistema sempre più organizzato e moderno ma con un profondo radicamento sul territorio, capace di operare in molteplici scenari d’emergenza e al tempo stesso di esaltare i valori universali che sono certo animano questi nuovi Volontari di Protezione Civile – afferma il Presidente Volmer Bonini –  auguro ai Presidenti e ai Volontari un buon lavoro

    Leggi tutto

  • Lettera del Presidente Volmer Bonini al Volontariato

    Ancora morti!

    Non sono bastate le 299 vittime del Centro Italia e nemmeno i morti ed i feriti di Ischia o quelli delle tante alluvioni o frane per far comprendere che questo non è il momento delle polemiche, ma bisogna essere costruttivi. Oggi occorre essere consapevoli che viviamo in un territorio fragile, in cui spesso si è costruito in modo inadeguato o dove non si doveva edificare.

    E’ tempo di prendere atto che costa molto meno mettere in sicurezza il territorio piuttosto che rincorrere le emergenze: le strutture abusive devono essere demolite, gli edifici che non rispettano la normativa antisismica devono essere messi a norma, là dove esiste rischio idraulico o idrogeologico vanno realizzate infrastrutture idonee a mitigare il rischio. Parallelamente è necessario diminuire il fatalismo e aumentare la consapevolezza dei cittadini che quotidianamente ignorano dove vivono. Tale consapevolezza può crescere solo attraverso la conoscenza del rischio e la diffusione della cultura di protezione civile.

    Ritengo sia questa la direzione nella quale la politica deve andare: quando il paese soffre è necessario risolvere i problemi, snellire le procedure, eliminare corruzione ed infiltrazioni mafiose. Per poterci riuscire è necessario diminuire la burocrazia ed aumentare la trasparenza, fare chiarezza nelle leggi, nelle responsabilità e nelle competenze per evitare che a un anno di distanza dal terremoto si debba ancora parlare della rimozione delle macerie. Tutto questo si può fare solo se il rapporto fra le forze politiche e i cittadini è di totale collaborazione con un unico obiettivo: risolvere i problemi per il bene comune.

    La tragedia che si è verificata in Sierra Leone a metà agosto, costata la vita ad un numero imprecisato di esseri umani è passata nell'indifferenza più totale a parte un laconico comunicato passato nei telegiornali. Noi non vogliamo essere così: per noi tutti gli esseri umani sono importanti. Per questo è fondamentale tenere conto delle politiche comunitarie, dei fondi che possono essere utilizzati, non solo per la messa in sicurezza dei nostri territori, ma anche per avviare programmi e progetti di prevenzione verso i paesi in via di sviluppo.

    I volontari di protezione civile credono nei valori della vita e della persona, sono da sempre disponibili ad aiutare chi è colpito da una calamità, a diffondere la cultura dell’auto-protezione e a spiegare i comportamenti da tenere in caso di evento. Essere soccorritori non significa solo montare le tende e preparare i pasti, ma significa soprattutto ascoltare le persone, in particolare i più fragili, aiutandoli affinché possano riprendere la loro vita ordinaria. Il volontariato di protezione civile ha fatto, fa e farà tutto questo ma vuole poter fare ancora di più, siamo elementi di un sistema che per poter funzionare al meglio ha bisogno dell'impegno e delle risorse di tutte le sue  componenti.  Noi siamo pronti!!!

    Leggi tutto

  • Reggio Emilia, sei corsi in sei mesi per la Scuola provinciale

    Abilitati 90 Volontari generici, 43 specialisti unità cinofile e 56 esperti in rischio idraulico

    Parma, 24 maggio 2017 - La scuola permanente di formazione di protezione civile di Reggio Emilia, costituita dall'Ambito di Reggio Emilia del Servizio Area Affluenti Po dell'Agenzia e dal Coordinamento delle Organizzazioni del volontariato di Reggio Emilia, ha organizzato nel primo semestre 2017 sei corsi di formazione, di cui tre di base e tre specialistici, rivolti al volontariato di Protezione Civile. Tale programmazione deriva dalla periodica ricognizione dei fabbisogni formativi rappresentata dalle varie organizzazioni al Coordinamento del volontariato ed in seguito esaminate dalla Scuola.

    Leggi tutto

  • Volontariato in Protezione Civile

    Per diventare volontario di protezione civile occorre iscriversi ad un’organizzazione di Volontariato, che abbia sede nella provincia di Reggio Emilia.

    Leggi tutto

  • Lotteria del 25mo - estrazione numeri vincenti

    Elenco numeri VINCENTI i premi della RICCHISSIMA “Lotteria del 25mo del Coordinamento  di Protezione Civile di RE“

    Leggi tutto

  • Nuovo bando servizio civile

    Anche quest’anno il Coordinamento offre la possibilità a 2 Volontari di svolgere il Servizio Civile nell’ambito della Protezione Civile!

    Leggi tutto

BENVENUTI

Il Coordinamento nasce come punto strategico di incontro tra Associazioni di Volontariato
di Protezione Civile della Provincia di Reggio Emilia, Enti Pubblici e cittadinanza.

 

ORGANI SOCIALI

Il presidente, il comitato direttivo ed i componenti degli organi sociali, statuto e regolamento

 

ATTIVITA'

Formazione, esercitazioni ed addestramenti operativi, gestione delle emergenze

 

SISTEMA PROTEZIONE CIVILE

Descrizione delle strutture organizzative in Emilia-Romagna e del dipartimento nazionale

COSA FACCIAMO?

La funzione del Centro Unificato Provinciale è quella di accorpare in un’unica struttura gli uffici dei servizi dell’Agenzia per la Sicurezza Territoriale e la Protezione Civile Area Affluenti Po - Ambito di Reggio Emilia, del Comune di Reggio Emilia, del Coordinamento del Volontariato. In caso di attivazione della fase di emergenza può essere sede della Sala Operativa Unificata Provinciale. In caso di grave calamità (eventi di tipo C) può essere sede del Centro Coordinamento Soccorsi (CCS) convocato dalla Prefettura UTG. In generale, costituisce un punto di riferimento per la sia in fase di emergenza che in “tempo di pace” per la gestione di personale, mezzi e strutture.

Colonna Mobile

La colonna mobile regionale è una struttura di pronto impiego e adeguatamente formata per fare fronte ad ogni tipo di emergenza.

Organizzazioni aderenti

Elenco completo delle associazioni aderenti. Visualizza le sedi sulla mappa interattiva.

Volontariato in Protezione Civile

Il volontariato di protezione civile è nato sotto la spinta delle grandi emergenze che hanno colpito l'Italia negli ultimi 50 anni.

Servizio Civile Volontario

Il Servizio Civile Volontario è stato istituito per favorire la realizzazione dei principi costituzionali di solidarietà sociale

DOVE SIAMO

Ultime Notizie

PREVENZIONE E LOTTA ATTIVA AGLI INCENDI BOSCHIVI

Anche il Coordinamento Provinciale di Reggio Emilia ha aderito al progetto "PUGLIA 2018", promosso dal Dipartimento Nazionale di Protezione Civile, Regione Emilia-Romagna e Regione Puglia, che si attua da diversi anni, per la lotta agli incendi boschivi.

 

Rientrati dal “Campo Puglia Sud” di Campi Salentina (LE) i 7 volontari dell’Coordinamento Provinciale del Volontariato per la Protezione Civile di Reggio Emilia, che hanno operato in rappresentanza dell’Emilia-Romagna con la regione Puglia nella lotta contro gli incendi.

Il contingente composto da un coordinatore, due capisquadra, addetti AIB (anti incendio boschivo) e due autisti appartenenti a diverse associazioni di volontariato di protezione civile del territorio Reggiano (Gruppo Comunale Brescellese, il Campanone, Val d'Enza radiocomunicazioni, Gruppo Volontari di Albinea, Gruppo Comunale Carpineti). 

Durante i 7 giorni di attività, da giovedì 2 agosto a giovedì 9 agosto 2018, i Volontari, su turni stabiliti dai funzionari regionali di Protezione Civile della Puglia, hanno percorso itinerari prefissati, ispezionando luoghi e località a rischio incendi, lungo la costa e nell'entroterra salentino, effettuando vigilanza preventiva e spegnimenti di incendi. 

Questa ed altre attività fanno parte della formazione dei volontari alla prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi messa in campo da regione E.R. e dai coordinamenti provinciali. 

Come ogni estate 8 squadre di operatori AIB del Coordinamento Provinciale di Reggio Emilia sono impegnate, da luglio a settembre, in attività di prevenzione e vigilanza e di spegnimento e bonifica, in costante collaborazione con la Sala Operativa Unificata Provinciale (SOUP) di Bologna, con grande impegno per la salvaguardia del patrimonio boschivo, della popolazione e delle strutture presenti sul territorio provinciale.

 

 

 

 

 

 

 

Caldarola - un anno dopo

Si è svolta sabato 28 ottobre la giornata dedicata al ricordo del sisma che ha colpito la città di Caldarola (MC) il 30 ottobre 2016: una giornata dedicata a celebrare tutti i volontari che hanno operato durante l'emergenza, dove non sono mancate testimonianze dei cittadini, dei volontari che hanno partecipato al campo. Durante le celebrazioni è stato presentato il libro "...Ma ci resta il cielo" della giornalista piacentina Antonella Lenti (Casa editrice Pontegobbo di Piacenza); all'incontro era presente anche l'assessore Paola Gazzolo, che ha ricevuto le chiavi della città. 

 https://www.facebook.com/media/set/?set=a.1982529302016587.1073741841.1521149311487924&type=1&l=d806efa524

http://www.regione.emilia-romagna.it/notizie/attualita/sisma-in-centro-italia-lemilia-romagna-porta-a-caldarola-100-volontari-nel-primo-anniversario 

Lettera del Presidente Volmer Bonini al Volontariato

Ancora morti!

Non sono bastate le 299 vittime del Centro Italia e nemmeno i morti ed i feriti di Ischia o quelli delle tante alluvioni o frane per far comprendere che questo non è il momento delle polemiche, ma bisogna essere costruttivi. Oggi occorre essere consapevoli che viviamo in un territorio fragile, in cui spesso si è costruito in modo inadeguato o dove non si doveva edificare.

E’ tempo di prendere atto che costa molto meno mettere in sicurezza il territorio piuttosto che rincorrere le emergenze: le strutture abusive devono essere demolite, gli edifici che non rispettano la normativa antisismica devono essere messi a norma, là dove esiste rischio idraulico o idrogeologico vanno realizzate infrastrutture idonee a mitigare il rischio. Parallelamente è necessario diminuire il fatalismo e aumentare la consapevolezza dei cittadini che quotidianamente ignorano dove vivono. Tale consapevolezza può crescere solo attraverso la conoscenza del rischio e la diffusione della cultura di protezione civile.

Ritengo sia questa la direzione nella quale la politica deve andare: quando il paese soffre è necessario risolvere i problemi, snellire le procedure, eliminare corruzione ed infiltrazioni mafiose. Per poterci riuscire è necessario diminuire la burocrazia ed aumentare la trasparenza, fare chiarezza nelle leggi, nelle responsabilità e nelle competenze per evitare che a un anno di distanza dal terremoto si debba ancora parlare della rimozione delle macerie. Tutto questo si può fare solo se il rapporto fra le forze politiche e i cittadini è di totale collaborazione con un unico obiettivo: risolvere i problemi per il bene comune.

La tragedia che si è verificata in Sierra Leone a metà agosto, costata la vita ad un numero imprecisato di esseri umani è passata nell'indifferenza più totale a parte un laconico comunicato passato nei telegiornali. Noi non vogliamo essere così: per noi tutti gli esseri umani sono importanti. Per questo è fondamentale tenere conto delle politiche comunitarie, dei fondi che possono essere utilizzati, non solo per la messa in sicurezza dei nostri territori, ma anche per avviare programmi e progetti di prevenzione verso i paesi in via di sviluppo.

I volontari di protezione civile credono nei valori della vita e della persona, sono da sempre disponibili ad aiutare chi è colpito da una calamità, a diffondere la cultura dell’auto-protezione e a spiegare i comportamenti da tenere in caso di evento. Essere soccorritori non significa solo montare le tende e preparare i pasti, ma significa soprattutto ascoltare le persone, in particolare i più fragili, aiutandoli affinché possano riprendere la loro vita ordinaria. Il volontariato di protezione civile ha fatto, fa e farà tutto questo ma vuole poter fare ancora di più, siamo elementi di un sistema che per poter funzionare al meglio ha bisogno dell'impegno e delle risorse di tutte le sue  componenti.  Noi siamo pronti!!!

Coordinamento delle Organizzazioni di Volontariato per la Protezione Civile della Provincia di Reggio Emilia
Tel. 0522 555733 Fax 0522 391078 e-M@il: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Via Della Croce Rossa, 3 - 42122 Reggio Emilia - Codice Fiscale 91078750352

Informativa sulla Privacy • Utilizzo dei Cookies • Credits

Cookie Policy

Utilizziamo cookie nostri e di terze parti al fine di migliorare la tua esperienza dii navigazione Per saperne di piu'

Approvo

Al fine di rendere i propri servizi il più possibile efficienti e semplici da utilizzare questo Sito fa uso di cookies. Pertanto, quando si visita il Sito, viene inserita una quantità minima di informazioni nel dispositivo dell'Utente, come piccoli file di testo chiamati "cookie", che vengono salvati nella directory del browser Web dell'Utente. Esistono diversi tipi di cookie, ma sostanzialmente lo scopo principale di un cookie è quello di far funzionare più efficacemente il Sito e di abilitarne determinate funzionalità.

I cookie sono utilizzati per migliorare la navigazione globale dell'Utente. In particolare:

  • Consentono di navigare in modo efficiente da una pagina all'altra del sito Web.
  • Memorizzano il nome utente e le preferenze inserite.
  • Consentono di evitare di inserire le stesse informazioni (come nome utente e password) più volte durante la visita.
  • Misurano l'utilizzo dei servizi da parte degli Utenti, per ottimizzare l'esperienza di navigazione e i servizi stessi.
  • Presentano informazioni pubblicitarie mirate in funzione degli interessi e del comportamento manifestato dall'Utente durante la navigazione.

Esistono vari tipi di cookie. Qui di seguito sono riportati i tipi cookie che possono essere utilizzati nel Sito con una descrizione della finalità legata all'uso.

Cookie tecnici

I cookie di questo tipo sono necessari per il corretto funzionamento di alcune aree del sito. I cookie di questa categoria comprendono sia cookie persistenti che cookie di sessione. In assenza di tali cookie, il sito o alcune porzioni di esso potrebbero non funzionare correttamente. Pertanto, vengono sempre utilizzati, indipendentemente dalle preferenze dall'utente. I cookie di questa categoria vengono sempre inviati dal nostro dominio.

Cookie analitici

I cookie di questo tipo vengono utilizzati per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito. Il Titolare usa tali informazioni per analisi statistiche, per migliorare il sito e semplificarne l'utilizzo, oltre che per monitorarne il corretto funzionamento. Questo tipo di cookie raccoglie informazioni in forma anonima sull'attività degli utenti nel sito e sul modo in cui sono arrivati al Sito e alle pagine visitate. I cookie di questa categoria vengono inviati dal Sito stesso o da domini di terze parti.

Cookie di rilevamento di terze parti

I cookie di questo tipo vengono utilizzati per raccogliere informazioni sull'utilizzo del sito Web da parte dei visitatori, le parole chiave usate per raggiungere il sito, i siti Web visitati e le origini del traffico da cui provengono i visitatori per le campagne di marketing. Il titolare può utilizzare tali informazioni per compilare rapporti e migliorare il Sito. I cookie raccolgono informazioni in forma anonima. I cookie di questo tipo vengono inviati dal Sito stesso o da domini di terze parti.

Cookie per l'integrazione di funzionalità di terze parti

I cookie di questo tipo vengono utilizzati per integrare funzionalità di terze parti nel Sito (ad esempio, moduli per i commenti o icone di social network che consentono ai visitatori di condividere il contenuto del sito). I cookie di questa categoria possono essere inviati dai domini dei siti partner o che comunque offrono le funzionalità presenti nel sito.

Il Titolare non è tenuto a richiedere il consenso dell'utente per i cookie tecnici, poiché questi sono strettamente necessari per la fornitura del servizio. 

Per le altre tipologie di cookie il consenso può essere espresso dall'Utente, conformemente alla normativa vigente, mediante specifiche configurazioni del browser e di programmi informatici o di dispositivi che siano di facile e chiara utilizzabilità per l'Utente. Il Titolare ricorda all'Utente che è possibile modificare le preferenze relative ai cookie in qualsiasi momento. È anche possibile disabilitare in qualsiasi momento i cookie dal browser , ma questa operazione potrebbe impedire all'Utente di utilizzare alcune parti del Sito. 

Siti Web di terze parti

Il sito di contiene collegamenti ad altri siti Web che dispongono di una propria informativa sulla privacy. Queste informative sulla privacy possono essere diverse da quella adottata dal Titolare, che quindi non risponde per Siti di terze parti. 

Ai sensi dell'art. 122 secondo comma del D.lgs. 196/2003 il consenso all'utilizzo di tali cookie è espresso dall'interessato mediante il settaggio individuale che ha scelto liberamente per il browser utilizzato per la navigazione nel sito, ferma restando la facoltà dell'utente di comunicare in ogni momento al Titolare del trattamento la propria volontà in merito ad dati gestiti per il tramite dei cookie che il browser stesso abbia accettato.